ipf1

[Video] Istituto Per la Famiglia supporto indispensabile ai cittadini di Reggio Calabria

Nei periodi di emergenza, come quello che stiamo vivendo per la lotta al COVID 19, diventa fondamentale l’apporto di tutte le parti attive della società solidale come le organizzazioni di volontariato, le associazioni e i gruppi di protezione civile al fine di sostenere e coadiuvare i provvedimenti del Governo e le direttive dei Presidenti di Regione e dei Sindaci delle nostre città.
Per questo, insieme a personale medico e infermieristico e alle forze dell’ordine impegnate in prima fila, con la loro attività volontaria, le associazioni costituiscono truppe di “rinforzo” che svolgono mansioni altrettanto fondamentali per la tenuta del nostro Paese.
Iniziata più di vent’anni fa e mai interrotta, l’azione solidale dell’associazione di volontariato Istituto Per la Famiglia (IPF) prosegue con più forza in questo periodo di emergenza.Attraverso la Pattuglia Nazionale di Protezione Civile, in collaborazione con le associazioni del gruppo comunale di protezione civile, l’AGESCI e la GIVA, l’I.P.F. sostiene fattivamente, presso il COC del Comune di Reggio Calabria, un servizio di assistenza telefonica per i più indigenti e per le persone con patologie comprovate e non autosufficienti, per garantire la consegna domiciliare di farmaci e di generi alimentari anche nell’ambito del progetto “La spesa sospesa”.
Per molti versi il volontariato  ha anticipato l’intervento del Governo, che pure ha stanziato somme consistenti per i bisogni primari di chi è indigente e non è raggiunto dagli ammortizzatori sociali ad oggi previsti.L’Istituto Per la Famiglia, fondato nel 1994 dal missionario cristiano Gilberto Perri, ente nazionale presente con circa 500 sezioni su tutto il territorio, grazie all’abnegazione dei suoi volontari, che non si risparmiano di fronte al rischio concreto causato dall’infezione da Covid 19, motivati profondamente dal presidente nazionale Emmanuela Perri e dal capo dipartimento della Protezione Civile dell’associazione Maurizio Fiorenza, da settimane ormai si occupa nella sola Reggio, di più di 130 famiglie a cui non fa mancare il supporto e il conforto necessario a non sentirsi abbandonate in questo momento davvero difficile.
Azioni simili sono portate avanti  dai volontari IPF anche altrove nel reggino, a Bagnara, a Jonadi nel vibonese, ed  in tutto il territorio nazionale con le varie sezioni italiane dell’associazionecome sparse a Catania, Siracusa, Roma, Velletri, Latina, Cisterna, Rimini ed altre.
Piccole e grandi storie di solidarietà, di amore per il prossimo, quelle dell’ IPF, che certamente contribuiranno a fare la differenza in questa guerra senza quartiere che ci ha costretti momentaneamente ad un isolamento sociale, ma che attraverso l’azione solidale, non minerà i fondamenti del nostro vivere insieme.

Pubblicato da Istituto Per La Famiglia – ONLUS su Mercoledì 15 aprile 2020